"I LIKE MY LAKE", IN QUESTO CASO IL GARDA VERONESE

"I like my lake". Il lago in questione è il Garda; il motto è quello della campagna di promozione del lago di Garda e del suo entroterra che la Camera di Commercio di Verona coordinatrice della Dmo (Destination Management Organization) del Garda - insieme alla Pomilio Blumm, cui è stata affidata la grande campagna di comunicazione - ha presentato ai Comuni aderenti e al mondo intero. I 20 comuni aderenti al progetto sono: Affi, Bardolino, Brenzone sul Garda, Brentino Belluno, Bussolengo, Caprino Veronese, Castelnuovo del Garda, Cavaion Veronese, Costermano sul Garda, Ferrara di Monte Baldo, Garda, Lazise, Malcesine, Peschiera del Garda, Rivoli Veronese, San Zeno di Montagna, Torri del Benaco, Sommacampagna, Sona, Valeggio sul Mincio.



Il vicepresidente della Camera di Commercio di Verona Paolo Tosi, il dirigente dell’Area Affari economici della stessa Riccardo Borghero ed altri esponenti dell’area veneto-veronese, hanno confermato: è pronta la grande opportunità di investire nel turismo della parte veneta del Garda, occasione imperdibile per il suo turismo sostenibile. Da ciò che era solo pesca un tempo, a ciò che sarà pesca, parapendio, cavalcate, trekking, bicicletta, kayak, lusso e artigianalità insieme, ogni tipo di esperienza come presentata da ciascuno dei Comuni e dall'insieme degli stessi. Turismo, attivazione delle risorse, forza collettiva e individuale.


Il lago di Garda offre ogni tipo di esperienza in linea con il mercato e con le sue nuove richieste, anche a seguito di un anno duro quale, per tutti, il 2020. Aveva dichiarato Tosi: “Puntiamo molto sulla promozione per il rilancio del turismo nella prossima stagione turistica e nel 2022”, ed oggi conferma, con l’incontro odierno, il forte rilancio e la grande soddisfazione della stagione estiva 2021.

Il lago di Garda veneto è un cavallo di razza, specifica Massimo Pomilio, responsabile della campagna di comunicazione che ha dato risultati soddisfacenti anche rispetto al 2019, l’anno di picco.

Ad agosto di quest'anno, sono state oltre 3 milioni le persone che hanno scelto il lago di Garda veneto come meta, rispetto ai quasi 2,9 milioni del 2019, con un incremento di circa 132 mila presenze, in ascesa non soltanto rispetto all’anno precedente, ma al periodo di pre-pandemia. L'aumento di presenze ha riguardato sia gli italiani (+114.052 ad agosto 2021 rispetto allo stesso mese del 2019), che gli stranieri (+17.877 ad agosto di quest’anno rispetto allo stesso mese del 2019). Il trend positivo delle presenze italiane ha interessato anche i mesi di giugno e luglio, con un picco massimo, nel settimo mese del 2021, di +153.746 presenze rispetto allo stesso periodo di due anni fa. Entusiasta delle cifre sulle presenze estive è il presidente della Camera di Commercio di Verona, Giuseppe Riello, che commenta:

"Ristoranti pieni, strade affollate e alberghi tutto esaurito. Le presenze straniere sulla sponda veronese del Benaco hanno raggiunto e superato il livello pre-Covid del 2019. Quest'anno c’è stata molta più fiducia, i turisti si sono sentiti più sicuri nel viaggiare oltre i confini nazionali".

Una delle grandi sfide del gruppo di professionisti veronesi è quella di allungare la stagionalità del lago, includendo l’autunno (anche attraverso una campagna fotografica sul foliage), dando ancora maggiore valore competitivo ed amplificando l’eccellenza internazionale.


Nella campagna di comunicazione, sono stati condotti degli “influencer tour” nei Paesi target ed altri; sono stati coinvolti personaggi dello spettacolo; è stato lanciato un concorso online; sono state emesse brochure con mappe per aree tematiche; è in lavorazione un nuovo sito internet; sono state promosse iniziative per acquisire un nuovo pubblico turistico e di interesse con un ottimo seguito. Il lago è stato segnalato con più forza mediatica raggiungendo anche National Geographic e FoxTv a livello internazionale, nelle varie edizioni.


Ma non è finita: lo promettono, lo prevedono.

Romina Ciuffa

0 commenti